Vista dalla “cucina”. Risorse per re-immaginare futuri possibili.

28 Agosto – 5 Settembre

Nel contesto dell’Istituto per l’Immaginazione del Mediterraneo e in continuità con la sua recente ricerca, Barbara Mahlknecht esaminerà relazioni di organizzazione, mantenimento e cura nel contesto specifico di Vessel Art Project, partendo da una posizione femminista.
L’obiettivo della residenza è quello di contribuire al processo di (ri-)istituzione, (ri-)organizzazione, (ri-)produzione e mantenimento delle strutture materiali e immateriali del progetto, in particolare nella sua specificità geografica – il bacino del Mediterraneo.

Negli anni Sessanta e Settanta, la politica femminista ha indagato il ruolo centrale del lavoro domestico (cioè la riproduzione della forza-lavoro) come base per l’accumulazione del capitale. Volgendo lo sguardo sia alle lotte femministe storiche sul lavoro di cura e riproduzione, sia alle lotte contemporanee, Mahlknecht contribuirà al processo collettivo e collaborativo di indagine per re-immaginare il futuro delle strutture organizzative di Vessel.

In questo senso, la curatrice propone la metafora della “cucina” come luogo di riproduzione e “nutrimento”: come ri-pensare, ri-organizzare, ri-strutturare e rendere visibili le relazioni trascurate di cura e mantenimento che prendono forma all‘interno di uno spazio artistico e curatoriale? Come ri-considerare queste relazioni interne ed esterne sulla base di un’economia femminista, di una pratica di accudimento e attenzione? E come ri-immaginare futuri possibili attraverso la vista dalla “cucina”?

BIO

Barbara Mahlknecht è una ricercatrice, curatrice, lecturer ed educatrice. Il suo lavoro attuale focalizza l’interazione di teoria e pratica femminista, pratiche curatoriali e la questione di riproduzione sociale; prospettive critiche sulla storia dell’educazione all’arte in riguardo all’ideologia e al totalitarismo nonché questioni di (non-)traducibilità e re-enactment. Ha recentemente curato: Scripting Prophecies, Part I (Goldsmiths College, University of London, contributo per un simposio 2017, con Giulia Damiani e Teresa Calonje); Turning (to) the Archive. Institutional Histories, Educational Regimes, Artistic Practices and the Politics of Remembrance (Accademia delle Belle Arti di Vienna, 2016, mostra e conferenza, con Elke Krasny). Mahlknecht lavora attualmente presso l’Accademia delle Belle Arti di Vienna in qualità di ricercatrice e lecturer. Sta conseguendo un PhD in Curating presso il Goldsmiths College, University of London.